La stilista d’altri tempi…tra tradizione, modernità e personalizzazione

Oggi siamo “invasi” dal pret a porter, quello delle griffe, quello degli abiti già pronti. Ma resiste ed è ancora vivo il “su misura” che trova le sue origini nelle tradizioni del passato. La laboriosità del lavoro artigianale e delle eccellenze del Made in Italy rappresentano oggi un vantaggio competitivo che sono i principali punti di forza del mestiere sartoriale e della tradizione italiana nel settore moda e lifestyle.

L’artigianato italiano oggi persiste e si manifesta sotto molteplici forme e lo dimostra l’esperienza ormai ultra decennale di Paola Buttiglione. Una donna di talento, che in punta di piedi, ma con una passione “esplosiva”, è entrata a far parte delle eccellenze lucane nel comparto del sartoriale e dell’ artigianato, realizzando abiti su misura.

Ma chi è quindi Paola Buttiglione?!

Paola, originaria di Ginosa, in provincia di Taranto, materana di adozione, ha conseguito il titolo accademico come disegnatrice, stilista di moda, specializzata in modellistica e design. Con tanta umiltà ma fortemente motivata, la stilista si definisce anche sarta e costumista.

Le storie di una passione hanno tutte un filo comune, affondano le radici nell’infanzia e nelle tradizioni familiari. In realtà, le storie di una passione, di simile, hanno solo il punto di partenza, sono, poi, i protagonisti, la determinazione, la motivazione e il talento, a fare la differenza. Di Paola colpisce soprattutto l’umiltà con cui racconta il suo percorso, e proprio in ordine alla sua passione… Paola si racconta così…

“La mia passione per la moda è una di quelle doti che io definisco innata. Succede così per chi, come me, fa questo mestiere. Sin da piccola mi divertivo a ideare e realizzare vestiti sulle bambole.  Da piccola, ho vissuto in un contesto dove l’arte sartoriale rappresentava una tradizione, e non a caso a casa mia mamma amava cucire. Inizialmente, non ho seguito i lavori di mia mamma… pur notandoli e pur incuriosita. La scintilla è scoccata negli anni a seguire, quando, dopo la terza media, scelsi la scuola superiore per disegnatrice e stilista di moda “Isabella Morra” di Matera. Erano gli anni del boom della moda italiana, di Versace, Valentino, di Armani. E così, tra i banchi di quei laboratori di scuola, rimasi rapita dai figurini, dai modelli, dai capi di abbigliamento. Un vero e proprio colpo di fulmine.”

Nel 1990 la stilista pugliese aprì uno studio stilistico a Ginosa, dove ha lavorato per circa otto anni. Per motivi strettamente privati e legati alla vita coniugale, Paola fu costretta a chiudere il suo laboratorio, ed a trasferirsi a Formia. Convinta della sua passione, nonostante il suo momentaneo “stop” non ha mai smesso di seguire il suo sogno. Cosi, Paola, senza mai tralasciare gli affetti e i doveri familiari, decise di continuare ad alimentare la sua dedizione per il mondo sartoriale, aprendo un suo laboratorio a Formia, dove iniziò a progettare e realizzare divise da lavoro, tra cui quelle per i saloni di bellezza e parrucchieri.  Grazie all’Accademia Nazionale dei Sartori, Paola ha partecipato, come rappresentante della Regione Puglia, ad alcune importanti manifestazioni nazionali, che l’hanno vista assegnataria di premi per disegno tecnico e artistico. Ha partecipato a sfilate in giro per l’Italia, dalla Puglia a Roma. Sempre in quei anni la Paola ha partecipato al congresso mondiale, selezionata tra le 50 migliori sartorie italiane del periodo, dove ha rappresentato l’Italia con il suo stile sempre in ambito sartoriale ed artigianale.

Chiusa la parentesi laziale, insieme alla sua famiglia, Paola ritornò alle sue origini, ma questa volta affermandosi nella città di suo marito, Matera. Proprio a Matera, la stilista pugliese ha ripreso il suo percorso artistico stilistico. Un percorso – artistico e artigianale che parte proprio dal suo paese, Ginosa, set naturale di non poche storie che sono finite al cinema. Diversi costumi sono stati realizzati da Paola, contattata, negli ultimi anni per incarichi sartoriali a supporto di diverse produzioni cinematografiche. Dal  film “Agadah, il Manoscritto”, al film “Tulips”, e ancora a  “Chi mi ha visto” con Beppe Fiorello. La stilista, nonostante le sue iniziali perplessità, ha sempre accettato gli incarichi che le venivano proposti, perché oltre ad essere bellissime esperienze nell’ambiente del cinema, rappresentano una vetrina per far conoscere e promuovere (con fatica e dedizione) le sue qualità. E così è stato. Grazie alle costumiste Ornella e Marina Campanale, conosciute sul set di “Tulips”, Paola di recente è stata contattata per dare un supporto alla realizzazione dei pigiamoni che Stefano Fresi, nei panni di Mister Johnny, un produttore di giocattoli, indossava nel film-commedia distribuito da Universal Pictures per la regia di Michele Soavi “La Befana vien di notte” con Paola Cortellesi. I pigiamoni, quali costumi del film, che per la loro natura possono essere definiti vere e proprie creazioni di capi artigianali, sono stati realizzati totalmente a mano dalla stilista pugliese.

La manualità e l’artigianalità rappresentano i due punti fermi del suo operato.

Paola a Matera, dopo una lunga storia d’amore con i tessuti più pregiati, le nuove tendenze del disegno per i costumi di scena e lo stilismo di moda e la vestibilità su misura maschile e femminile, ha realizzato e messo a disposizione dei valori artigianali del Made in Italy, un suo laboratorio (costruito a misura) in Via Foggia con annesso atelier sito nel cuore della città, in Via Ridola. Un vero e proprio studio stilistico con annesso laboratorio sartoriale, attraverso il quale produce proprie linee di abbigliamento e dove ai fini della scelta dei tessuti, oltre all’estetica, è la funzionalità a fare da protagonista.

Paola Buttiglione cura la singola persona che entra nella sua sartoria, seguendola in ogni fase: dal disegno, fino alla realizzazione del prodotto. Da qualche tempo, Paola si dedica alla camicia. Un indumento diventato, ormai, indispensabile nel guardaroba moderno, in cui un ruolo importante nella diversità dell’utilizzo lo rivestono i colori, i tessuti e le fantasie.

Il suo atelier nel centro storico di Matera, è una vera attrazione per i tanti turisti, che visitando la Città, vengono “rapiti” dal valore aggiunto che la stilista propone in quel di Matera. I turisti, possono apprezzare i capi già pronti oppure affidarsi all’esperienza della stilista con proposte di capi realizzati completamente su misura. Proprio in questi ultimi ci sono l’estro, l’esperienza, le idee, la creatività, la minuziosa professionalità di chi ancora esegue a mano i propri lavori. Fattori, e caratteristiche, che rendono unico e originale il prodotto, capace di rispecchiare ed esprimere l’anima di chi lo indossa. Paola Buttiglione è tutto questo: l’arte antica della sartoria che si unisce alla modernità delle linee e delle proposte, connubio che rappresenta il valore aggiunto dell’artigianalità italiana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.